Cultural Rom Tour
Broshure have been sent successfully
Percorso completo viaggio
(EN) Day 1
(EN) Day 2
(EN) Day 3
La 4° giornata
La 5° giornata
La 6° giornata
La 7° giornata
L'8° giornata
La 9° giornata
La 10° giornata
L'11° giornata
La 12° giornata
La 13° giornata
La 14° giornata
La 15° giornata
La 16° giornata
La 17° giornata
La 18° giornata
La 19° giornata
La 20° giornata
(EN) Day 21

Un tour autentico e vibrante per la Romania, la Moldavia e l’Ucraina dal 2 al 22 luglio 2017

Vi invitiamo ad accompagnarci in un tour per tre paesi dell’Europa dell’Est – la Romania, la Moldavia e l’Ucraina. È difficile credere che in 21 giorni si può scoprire la cultura di questi paesi Europei, ma è possibile.

(EN) Day 1

Il 2 luglio – il 1° giorno a Bucarest

Dopo l’arrivo a Bucarest segue una cena tipica in un ristorante specializzato nella cucina rumena. Check-in in un albergo di 4* nel centro della città.

(EN) Day 2

Il 3 luglio Bucarest – Brasov

Faremo un giro per Bucarest (mezza giornata con pranzo) e poi continueremo per Brasov.
La mattina faremo un tour panoramico per Bucarest con le mete più importanti: il Palazzo del Governo, la Casa della Pressa Libera, il Palazzo Regale, la Piazza della Revoluzione, la casa del Parlamento (l’ex Palazzo del Socialismo durante la dittatura di Ceausescu – il secondo edificio più grande del mondo dopo il Pentagone), la chiesa Patriarcale, ecc. Prenderemo il pranzo nel centro vecchio al ristorante Caru cu Bere.

Verso le 14 cominceremo il viaggio per Brasov via Sinaia, dove visiteremo il famoso Castello Peles, la residenza della Famiglia Regale della Romania. Check-in nell’albergo locale Casa Wagner, nel centro di Brasov. La cena a vostra disposizione. 

(EN) Day 3

Il 4 luglio Brasov – il Castello di Dracula – Prejmer – Brasov

La mattina partiremo per il Castello di Bran, noto anche come il Castello di Dracula. Visiteremo il castello, il bel mercato accanto e continueremo a Tartlau (Prejmer).

Qui scopriremo la storia dei villaggi sassoni della Transilvania che sono apparsi nel 13° secolo quando il rè dell’Ungheria aveva trasferito i colonisti tedeschi in quella zona. Ma i colonisti sono riusciti a sopravvivere e a prosperare, formando una forte comunità di agricoltori, artigiani e commercianti. Essendo situati in una regione costantemente sotto la minaccia delle invasioni ottomane e tartari, hanno costruito fortificazioni di diverse dimensioni. Le città più importanti sono stati completamente fortificate, e le comunità più piccole hanno creato delle fortificazioni centrati sulla chiesa, dove hanno aggiunto delle torri difensive e magazzini per mantenere i loro beni più preziosi e per aiutarli a sopportare lunghi assedi.

La chiesa fortificata Prejmer è una delle chiese meglio conservate delle chiese sassoni fortificate di questo tipo nell’Europa Orientale. La chiesa è modellata secondo le Chiese di Gerusalemme, costruita nello stile delle Chiese Tardo-Gotica della Renania.

Prenderemo il pranzo vicino alla fortezza.

Il pomeriggio continueremo con la visita scoprendo Brasov nel vecchio centro. Le principali attrazioni sono la Chiesa Nera – un importante simbolo di Brasov, il Bastione del Tempo, le Torri Bianca e Nera, la Porta di Ekaterina, la Piazza del Consiglio ecc.

A cena saremo liberi. Avremo lo stesso alloggio.

La 4° giornata

Il 5 luglio: Brasov – il monastero Sambata de Sus – Sibiu

Partiremo per Sibiu, sulla strada visiteremo il monastero “Brancoveanu” di Sambata de Sus – luogo famoso per il recupero, comfort e balsamo spirituale per i visitatori che preferiscono pregare in questa dimora sacra.

Prenderemo un pranzo sassone a Cisnadioara.

Ci aspetta un tour per la città di Sibiu – la Capitale Europea della Cultura nel 2007. La Piazza Grande, la Piazza Piccola, la Chiesa delle Orsoline, la Chiesa Francescana, la Torre della Scala, la Torre dei Conciatori, il Ponte di Lier e il Museo Brukenthal sono i monumenti più importanti.

Prenderemo la cena in casa di una famiglia di agricoltori in un piccolo villaggio fuori Sibiu.

Il check-in nell’albergo locale Hotel Forum di 4*.

La 5° giornata

Il 6 luglio Sibiu – Biertan – Malincrav – Sighisoara

Continueremo la nostra strada verso Medias per visitare la bella chiesa di Margareta dal 14° secolo e la torre principale, alta di 47m e inclinata. Questa torre è stata inclusa tra le prime 10 torri più inclinati in tutto il mondo. Poi visiteremo la chiesa fortificata di Biertan (inclusa nell’elenco del Patrimonio di UNESCO), una chiesa medievale fortificata, una delle più grandi della Transilvania con tre pareti difensive interne.

Prenderemo il pranzo nei dintorni di Biertan.

Segue la visita la chiesa fortificata di Malincrav con i suoi dipinti interni speciali.

Il pomeriggio arriveremo a Sighisoara e visiteremo la città. La cittadella di Sighisoara, una delle città medievali meglio conservate dell’Europa è chiamata anche “la perla della Transilvania”. È stata fondata dagli immigrati tedeschi nella seconda metà del 12° secolo ed è stata trasformata in una città nel 1407. Il suo aspetto medievale si può trovare sia nel centro della città che all’interno della Fortezza di Sighisoara.

In questa zona, le case sono costruite molto vicino l’una all’altra, dando un senso di “affollamento” (avendo l’intenzione di occupare più spazio possibile).

A cena saremo liberi, ma pernotteremo nell’albergo Froenius, una casa vecchia, con una storia di più di 300 anni.

La 6° giornata

Il 7 luglio Sighisoara – il Lago Rosso – Bucovina

Partiremo per Bucovina. Guideremo attraverso le contee ungheresi di Romania.

La prima tappa sarà nel villaggio di Corund, dove vedremo l’arte di ceramica (Tzekely). Poi passeremo per la più bella gola di Romania – Bicaz, e faremo una sosta al “Lago Rosso” e prenderemo un pranzo ungherese, poi attraversando i Carpazi Orientali verso Gura Humorului.

Avremo l’alloggio in una casa più vecchia di 300 anni, all’albergo Roata, dove prenderemo una cena tradizionale. Tra i più suggestivi tesori della Romania ci sono i monasteri dipinti della Bucovina. Le loro pareti esterne dipinte sono decorate con affreschi elaborati che caratterizzano i ritratti 15 ° e 16 ° secolo di santi e profeti, scene della vita di Gesù, angeli e demoni, del Paradiso e dell’Inferno.

La 7° giornata

L’8 luglio i monasteri dipinti di Bucovina

Questa è una giornata dedicata ai famosi monasteri dipinti.

Dopo la prima colazione faremo una visita a un’artista locale che dipinge le uova di Pasqua. Lei ci mostrerà la tecnica che usa e chiunque può provare a fare i primi passi in questa arte. Noi proseguiremo per il monastero Moldovita e lì incontreremo la Suora Tatiana, che ci presenterà i dipinti.

Pranzo per conto proprio nei dintorni del monastero Moldovita. Nel pomeriggio si parte nella direzione del Monastero Sucevita. Sucevita è stata l’ultima delle 22 chiese della Bucovina e ha il maggior numero di immagini dipinte. Sucevita vanta una magnifica rappresentazione della Scala nel Paradiso. Angeli ad ali rosse in file ordinate aspettano la giustizia su una scala inclinata verso il cielo, ogni gradino inscritto con una delle virtù monastiche.

Voronet sarebbe l’ultimo monastero da visitare, verso le 16:00, quando sarà il tempo opportuno per avere la piena luce del sole sulla pittura principale – Il Giudizio Universale, paragonabile a Cappella Sistina del Vaticano. Il Monastero di Voronet, così come i Monasteri Humour, Arbore, Sucevita e Moldovita, fanno parte del patrimonio UNESCO e conservano grandi affreschi dal 16° secolo per fuori e dentro.

Avremo una cena tradizionale e lo stesso alloggio.

L’8° giornata

Il 9 luglio Bucovina – Maramures

Dopo la colazione si partirà per un’altra zona interessante, Maramures. Per arrivare ci metteremo un giorno intero, ma vedremo e visiteremo molti siti. Prima vedremo il paese di Ciocanesti con le sue case dipinte in un modo molto interessante, e poi andremo verso il Passaggio di Prislop (1400m) a Maramures e scopriremo la cultura del legno.

Il pranzo lo prenderemo nel cammino.

Prima visiteremo la chiesa Bogdana, una chiesa di legno risalente al 1710, poi il monastero Birsana e il punto culminante di questo giorno sarà il cimitero felice di Sapinta.

Finalmente arriveremo in un posto chiamato Bella Doina, un angolo di paradiso, non solo dal punto di vista paesaggistico, ma anche da quello del servizio, il cibo e l’intrattenimento.

Avremo una cena tipica e seguirà il pernottamento nella pensione di 4* Bella Doina.

La 9° giornata

Il 10 luglio Maramures

In questo giorno continueremo a esplorare la regione di Maramures, non solo vedremo le chiese di legno, ma anche incontreremo una pesonalità locale – un produttore di acquavite di prugne, e altri artisti locali. Vedremo una macchina di lavaggio tradizionale, un mulino e molte altre cose interessanti.

Una delle più belle e complete entità di pittura murale si può trovare qui, nella chiesa di Santa Parasceva di Desesti. La chiesa è stata costruita nel 1770 in stile tradizionale con una torre molto snella. I dipinti all’interno sono stati realizzati dal pittore locale Radu Munteanu. La chiesa mostra una collezione di 14 icone di legno dipinte di un grande valore artistico. A causa del tutto armonico e dipinti ben conservati, la chiesa è stata inclusa nell’Elenco del Patrimonio mondiale di UNESCO. Viene chiamata la cattedrale di legno di stile gotico ed è la più bella delle 31 vecchie chiese di legno della zona Maramures.

Seguirà una cena tradizionale con musica locale e danza, dove sarete invitati a partecipare. Lo stesso alloggio.

La 10° giornata

L’11 luglio – Maramures Muncacevo – Ushgorod

Partenza per l’Ucraina – dalla Romania (Sighetu Marmatiei).

Nella prima parte della giornata visiteremo le città di Muncacevo e Ushgord. Avremo una visita guidata in entrambe le città, e pranzeremo a Muncacevo.

Il pomeriggio continueremo il viaggio verso Lviv.

Prenderemo la cena nella città vecchia in un ristorante locale.

Ci sistemeremo in un albergo di 4* del centro.

L’11° giornata

Il 12 luglio Lviv

Avremo una visita guidata per tutta la giornata: con pranzo incluso nella città vecchia. Visiteremo la Cattedrale di San Giorgio – un capolavoro dell’architettura barocca, la Metropoli ucraino-cattolica dell’Ucraina occidentale, la Collina del Castello – il luogo della fondazione della città di Lviv, da dove si può godere una magnifica vista della città, l’Università Nazionale di Lviv Ivan Franko, l’Università Politecnica, il vecchio deposito dei tram, il Cimitero Lychakiv – uno dei cimiteri con dei paesaggi più antichi d’Europa, dove sarete informati dell’arte di famosi scultori di Lviv di vari stili ed epoche, monumenti dell’epoca del classicismo di maestri come Antonio Shimzer, Pol Evtel, Vitver e molti altri sarano ampiamente presentati. Questa necropoli è nota anche come luogo in cui sono stati sepolti lavoratori d’arte (poeti, scrittori, artisti, scienziati, militari) polacchi, tedeschi, ucraini, armeni.

Dopo seguirà un’introduzione nella città medioevale con l’architettura e lo stile di vita nel corso dei 14° – 20° secoli; una visione della Chiesa dei Gesuiti di San Pietro e Paolo (il 17° secolo), la Cattedrale cattolica romana (i 14°-18° secoli), la Chiesa Uspenskaya (il 16° secolo), il Campanile “Kornyakta” (il 16° secolo), l’Arsenale municipale e Royal Arsenal (il 16° – 17° secolo), il quartiere ebraico, le Rovine della Sinagoga “Rosa d’oro”, le mura difensive, la Cattedrale Dominicana (la sua storia risale agli inizi del 14° secolo, l’edificio attuale è stato costruito nel 18° secolo, e adesso in questo edificio c’è il Museo della Storia della Religione), il Museo della Farmacia, la casa di Kornyakt o la residenza del rè polacco, Jan Sobieski 3° (il Museo Storico), quartiere armeno e la Cattedrale (i 14°-18° secoli), la Piazza del mercato (l’unico museo all’aria aperta – tutti i 45 edifici sulla piazza sono considerati monumenti architettonici dei 16°-20° secoli), il Patio italiano (il cortile), il Municipio, il Monumento di Ivan Pidkova, il Monumento di Taras Shevchenko, Il Viale della Libertà, il Teatro dell’Opera di Lviv (che è considerato uno dei tre più bei teatri d’Europa), i Monumenti di Boimov e Kampianov (il 17° secolo), le cappelle di Boimov e Kampianov (il 17° secolo), il Monastero Bernardin del 17° secolo (oggigiorno nell’ex monastero si trova la chiesa greco-cattolica ucraina di San Andrea, tuttavia il palazzo del Monastero è in parte occupata da archivi, dove viene conservata un’enorme collezione di autografi di Pietro 1°, Carlo 12° e altri). Visita ad un vero e proprio Leopoli caffè, dove si può sentire la storia del caffè, indulgere se stessi con la cerimonia del caffè etnico.

A cena saremo liberi. Avremmo lo stesso alloggio.

La 12° giornata

Il 13 luglio Lviv – un giorno in giro – Leopoli

La colazione la prenderemo nell’albergo.

Seguirà il trasferimento al Comune di Zhovkva e per mezza giornata una visita guidata della città. Zhovkva è una città unica rinascimentale in Ucraina occidentale con un sacco di monumenti di architettura dei 17° – 20° secoli.

Poi – il monastero ucraino-cattolica nel villaggio di Krekhiv (11 km da Zhovkva). Il monastero in Krekhiv è un campione interessante di una costruzione di monastero fortificato del 17° secolo. Situato nel bosco, rappresenta un luogo molto tranquillo e silenzioso.

Prenderemo il pranzo nei dintorni del monastero.

Ritorneremo a Lviv. Seguirà un’escursione al Museo della Birra di Leopoli, il primo in Ucraina con una superficie totale di 500 mq. Lo scopo principale del museo è quello di eseguire per ogni singolo visitatore una profondità inestinguibile del mondo della birra. Visitare il Museo significa avvicinarsi al mistero della nascita della birra, imparare dall’esperienza la storia della sua genesi, trovare la tradizione della produzione e del consumo della birra “Lvivske” e sentire profondamente il suo gusto stupendo!

La cena la prenderemo con musica ucraina e spettacoli nazionali. Il ristorante si trova non molto lontano dal centro di Leopoli, dove il proprietario Oxana preparerà personalmente i pasti nazionali ucraini.

Pernotteremo nello stesso albergo. 

La 13° giornata

Il 14 luglio Lviv – Kolomya (la capitale delle uova dipinte per la Pasqua) – Chernivtsi

Prenderemo la colazione nell’albergo. Faremo il check-out.

Nel cammino faremo una sosta per visitare Il Museo Pysanka delle Uova Verniciate per la Pasqua, a Kolomya.

Prenderemo il pranzo a Kolomya e continueremo la stada verso Cernowitz, l’ex capitale della Bucovina, parte della Moldavia e la Romania in seguito, presa da Stalin nel 1945.

A Cernowitz faremo una visita guidata. Compiendo 600 anni nel mese di ottobre del 2008, Cernowitz era una volta la città principale della Bucovina (il paese del Faggio) nella vecchia Moldavia (ora la Repubblica della Moldavia) e apparteneva all’impero asburgico nel 19° secolo. Dopo la prima guerra mondiale, è rimasta temporaneamente all’interno della Romania. Oggi, la città rimane la “capitale” della regione non ufficiale di Bucovina, ma le sue comunità ebraiche, armeni, e tedeschi del passato sono ormai solo presenze spettrali.

Visiteremo la Piazza Centrale, la piazza turca, il teatro, la “casa-nave”, la “strada dei gentlemen”, le cattedrali.

Faremo un’escursione all’Università Nazionale di Cernowitz (ex residenza della metropoli di Bucovina).

A cena saremo liberi.

Opzionale: La visita del teatro “Holos”, o un conceto di musica d’organo presso la Chiesa armena.

Pernottamento in un albergo di 4* nella piazza principale.

La 14° giornata

15 luglio Chernivtsi – Hotin – Kamenetz Podolski

Cominceremo con una visita guidata a Khotyn Fort – una massiccia fortificazione che domina il fiume Nistru, un sito di proporzioni epiche. Questa struttura dei 12° – 16 ° secoli si trova in cima a una piattaforma artificiale di 33 piedi di profondità, un notevole esempio dell’antico genio ingegneristico. Le sue pareti di 50 metri sono ancora i più alti di tutta l’Europa.

Arriveremo al medievale Kamenetz’-Podilsky.

Prenderemo il pranzo e il pomeriggio avremo una visita guidata a Kamenetz’-Podilsky Fort. Faremo un’escursione lungo il centro storico visitando il Museo Archeologico con una mostra degli idoli pagani.

Dalla Fortezza Vecchia, le tenute russe e polacche, la Cattedrale e la chiesa Cattolica Dominicana all’eccezionale Municipio e la Parete Armena e il Bastione, le chiese catoliche con minareto di San Pietro e San Paolo – questa città mangia, dorme e respira la storia.

Ci rimarrà tempo libero per la cena e seguirà la sistemazione in un albergo di 4*.

La 15° giornata

Il 16 luglio Kamenetz Podolski – percorso transfrontaliero verso la Repubblica della Moldavia – la proprietà terriera di Taul – il villaggio di Pocrovca (pranzo) – Soroca

Dopo che avremo attraversato il confine a Briceni, ci fermeremo nel cammino e visiteremo un maniero imponente situato nel villaggio di Taul. Continueremo viaggiando e prenderemo il pranzo con i vecchi credenti nel villaggio di Pocrovca (dove fanno un’impressionante marmellata di lamponi), e continueremo il viaggio verso Soroca, dove prenderemo la cena con uno dei capi locali degli zingari. Se non sarà possibile organizzare la cena, prenderemo un caffè lì, e avremo una chiacchierata molto interessante con la sua famiglia.

La cena è inclusa. La sistemazione in un albergo di 3* nel centro di Soroca.

La 16° giornata

Il 17 luglio Soroca – Monastero Japca – Tipova Pranzo – Old Orhei

Visiteremo l’unico monastero ortodosso russo – Japca, che non è stato chiuso ai tempi del comunismo. Estremamente interessante, può essere anche una chiaccherata con il capo suora.

Prenderemo il pranzo in un posto molto speciale a Tipova, con vino e bevande locali.

Alla fine della giornata ci fermeremo nella città di Orhei Vecchio, il sito storico più pittoresco e fantastico della Moldavia. L’Orhei Vecchio è famosa per i monasteri rupestri sotto terra. Questo era il luogo ideale per la prima comunità monastica cristiana – isolato dal mondo esterno. Oggi il monastero è abitato da un solo monaco. Il monastero ortodosso rupestro chiamato “Santa Maria Dormata” è stato ampliato e modificato nella parte interna delle scogliere dei monachi durante i secoli ed è stato conservato in uno stato funzionale.

Potremo visitare la vista più fantastica in Moldavia – un monastero rupestre ortodosso chiamato “Santa Maria Dormata” ampliato e modificato all’interno delle scogliere nel corso dei secoli dai monachi e conservato in uno stato funzionale.

La cena accompagnata da musica popolare moldava sarà servita nel villaggio Trebujeni in una casa locale.

Pernottamento in una pensione privata di 4* a Orhei Vecchio.

La 17° giornata

Il 18 luglio Orhei Vecchio – Transnistria – Tiraspol – Chisinau

In questo giorno potrete visitare Transnistria – lo stato che non esiste. Transnistria è un territorio evadato dai confini internazionali riconosciuti della Repubblica di Moldavia. Nonostante non è riconosciuto da nessuna organizzazione internazionale, è de facto uno stato indipendente di nome la Repubblica Moldava Transnistriana.

Esploreremo Tiraspol (la capitale della Transnistria e la seconda città più grande in Moldavia dopo Chisinau) – in cui la vecchia URSS è ancora viva e vegeta.

I simboli sul capotto dell’armata nazionale sono ancora la falce e il martello, mentre la statua di Lenin non è sta ancora tirata giù.

La Transnistria di oggi può ancora ritenere l’aspetto di uno stato comunista e viene chiamata “l’ultima dittatura di Stalin rimasta in Europa”.

Goderemo il giro per la strada principale con il suo palazzo del parlamento che vanta con una statua di Lenin relativamente nuova. Di fronte al palazzo del Parlamento c’è un carro armato T-34, rimasto ancora dalla Grande Guerra per la Difesa della Patria, che fa parte di un monumento che contiene suolo dalla battaglia essenziale di Stalingrad.

Verso l’ora del pranzo faremo una visita al Monastero Noul Neamt. Il pranzo lo prenderemo in uno stile monastico, alla stessa tavola con il monaco, un’esperienza speciale. Un monaco locale sarà la nostra guida e ci mostrerà i dintorni, la biblioteca del monastero, ci farà assaggiare il vino dalla cantina del Monastero, e ci spiegherà come sopravive la religione nell’ultima frontiera sovietica.

Opzionale: è possibile visitare le cantine moldave più famose nel mondo – Milestii Mici, menzionata nel Guinness Records Book. La lunghezza della cantina è di 200 km ad una profondità di 40-85 metri. La temperatura costante di 12-14ºC e l’umidità del 85-95% di questo “regno di vino” contribuiscono in posizione ideale per la piena rivelazione delle caratteristiche naturali dei vini d’elite.

Avremo alloggio in un albergo di 4* e la cena libera.

La 18° giornata

Il 19 luglio Chisinau – visita al castello Mimi – l’azienda vinicola Et Cetera

Dopo aver fatto il check-out ci aspetterà un giro per la città di Chisinau – la capitale della Moldavia vi sorprenderà con un sacco di spazi verdi e alberi, dando la sensazione di non essere in una capitale, ma in un resort.

La visita della città comprende: una visita al Museo di Storia ed Etnografia Naturale, il Parco Centrale e il vicolo dei classici della letteratura moldava, il monumento di Stefano il Grande ed il Santo, la Piazza della Grande Riunione Nazionale, l’Arco del Trionfo, la Cattedrale della “Nascita”, la Sala D’Organo, il mercato dei souvenir, ecc.

Partiremo per il Castello MIMI, che è attualmente elencato tra le più belle opere architettoniche del mondo del vino. La storia del castello inizia nel 1893, quando Constantin Mimi, l’ultimo governatore della Bessarabia, ha piantato le prime viti sul posto che sarebbe diventato leggenda nel corso degli anni. L’area di Codru, dove si trova la cantina, ha un microclima unico e un ottimo terroir, come risultato avendo vini intensi e aromatici. Goderemo l’escursione, la degustazione di vini e il pranzo nel castello.

La sera arriveremo all’azienda vinicola Et Cetera, dove sarremo anche alloggiati. La cantina è stata costruita nel 2009 e al momento è circondata da 50 ettari di vigneti, dando una vista pittoresca ai visitatori. Etcetera è una delle migliori cantine in Moldavia, se non la migliore, siccome nel 2016 hanno vinto il secondo premio al Decanter con il loro Chardonnay.

La sera avremo una cena tradizionale con degustazione di vini e ci sistemeremo presso l’albergo dell’azienda vinicola Et Cetera.

La 19° giornata

Il 20 luglio Et Cetera – Fortezza Bianca – Shabo – Odessa

Dopo aver fatto il check-out partiremo per Odessa. Durante il tragitto ci fermeremo per l’ultima fortezza che Stefano il Grande dalla Moldavia aveva costruito nel 15° secolo lungo il fiume Nistru, la Fortezza Bianca.

Ricapitoliamo: Hotin, Soroca, Tighina in Bender e ora questo.

Poi continueremo verso un’azienda vinicola costruita da una svizzera cha parlava il francese nel 1830! Un villaggio intero ha lasciato la Svizzera per trasferirsi a Shabo, ed ha prosperato, finché è arrivata la rivoluzione rossa ed è dovuto scappare dal paradiso comunista!!!

Dopo aver visitato questa azienda vinicola speciale, adesso rinata, goderemo uno stupendo pranzo georgiano nelle vicinanze.

Il pomeriggio prenderemo una bella strada di Odessa, un pezzo di terra che è il confine tra la laguna del fiume Nistru e il Mar Nero.

Verso le 16:00 arriveremo a Odessa. Faremo il check-in presso un albergo locale di 4* nel centro di Odessa.

Ci rimarrà tempo libero e potremo prendere la cena per conto proprio.

La 20° giornata

Il 21 luglio Odessa

A Odessa ci aspetterà una visita guidata. Odessa è riconosciuta come il punto ucraino dell’incrocio delle varie culture, lingue e tradizioni. Sarete i testimoni dei capolavori dell’architettura, cosi come il famoso Teatro dell’Opera e del Balletto, progettato da architetti vienesi, la Scala Potiomskinaya, il viale Primorskiy, l’edificio con un muro. Altrettanto, goderete la vista del Terminale Maritimo, conoscerete la storia del porto di Odessa, la sua vita attuale e le sue prospettive di sopra, e vedrete i monumenti di Duke De Richelieu, dell’imperatrice Ecaterina la Grande – i fondatori di Odessa, ecc.

Dopo la cena d’addio rimarremo nello stesso albergo.

Opzionale:

Visita guidata alle Catacombe di Odessa. I tunnel sotterranei di Odessa (le catacombe) sono stati creati quasi 200 anni fa, durante l’estrazione di materiali da costruzione che erano utilizzati per costruire la città. Attualmente è un labirinto di 2500 km (4000 km secondo alcuni documenti) sottoterra, in un vero e proprio mondo parallelo, con centinaia di ingressi, uscite, grotte e gallerie. Durante la seconda guerra mondiale, nel 1941, quando l’esercito tedesco e rumeno avevano occupato la città di Odessa durante la guerra, i comandi militari sovietici hanno dato l’ordine di organizzare la resistenza partigiana. E le catacombe di Odessa furono scelte come campo per l’unità dei partigiani. Le disposizioni e le armi erano abbastanza lì, così l’unità è potuta rimanere sotto terra per mezzo anno. L’unità partigiana era in lotta con l’esercito nazista e romeno durante tutto il periodo dell’occupazione.

(EN) Day 21

Il 22 luglio – la partenza

Il check-out e il trasferimento all’aeroporto.

Cultural Rom Tour: Travel to Romania, tours in Eastern Europe, Dracula tours, travel to Transylvania, travel to Bucovina
Il messaggio è stato inviato con successo

Servizi:
• Pulmino con aria condizionata e bar
• Guida che parla in italiano
• Cibo e degustazioni di vino secondo il programma

Osservazioni:
1. Questo programma può essere cambiato a richiesta.
2. Per altri informazioni vi preghiamo di contattarci: Cultural Romtour, office@culturalromtour.ro

Spedire il feedback
  • Piacerà ai tuoi occhi
  • Cultura
  • Tradizione
  • Natura